Iscriviti per ricevere la newsletter ed essere informato su tutte le novità di Marlin Editore

NEWSLETTER

Giovedì 10 novembre presentazione a Napoli dei libri "Sguardo a Oriente" e "Alfabeto quotidiano"

Dove: Galleria d'arte Al Blu di Prussia
Quando: Giovedì 10 novembre 2022
Orario: 17.30
Libro: "Sguardo a Oriente" e "Alfabeto quotidiano"
Ospiti: Santa Di Salvo, Piero Antonio Toma, Annamaria Ackermann
Vai alla scheda del libro
La scrittrice Dacia Maraini a colloquio con i giornalisti Santa Di Salvo e Piero Antonio Toma

Ritorno in Italia per Dacia Marini dopo il tour degli Stati Uniti e la Laurea Honoris Causa ricevuta dall’Università della California. La scrittrice sarà a Napoli presso la galleria Al Blu di Prussia nel cuore della città per presentare al pubblico e alla stampa le sue ultime due opere edite da Marlin Editore “Sguardo a Oriente” e Alfabeto Quotidiano, quest’ultimo realizzato insieme a Gioconda Marinelli che sarà anche lei presente. Insieme all’autrice interverranno i giornalisti Santa Di Salvo e Piero Antonio Toma. Nel corso dell’evento ci saranno delle letture a cura di Annamaria Ackermann.

Nella mattinata invece Dacia Maraini sarà la prima protagonista del nuovo progetto “Incontro con l’autore” a Frattamaggiore, durante il quale insieme a Gioconda Marinelli presenterà “Alfabeto quotidiano. Le parole di un vita”, libro pubblicato da Marlin Editore. La presentazione di “Alfabeto quotidiano” è solo il primo appuntamento del progetto “Incontro con l’autore”, iniziativa promossa a Frattamaggiore dall’istituto di Studi Atellani e sviluppatasi grazie a un accordo di collaborazione tra il Liceo Scientifico Carlo Miranda, Liceo Classico Francesco Durante, IPIA Michele Niglio, ISIS Gaetano Filangieri. L’appuntamento del 10 novembre si terrà alle ore 11 a Frattamaggiore presso l’auditorium del Liceo Scientifico Miranda in via F. A.. Giordano 91. Porteranno i saluti il sindaco dott. Marco Antonio del Prete, l’Assessore all’Istruzione arch. Luisa Tessitore, i quattro dirigenti scolastici e Rosa Bencivenga dell'Istituto di Studi Atellani. Il pubblico sarà composto da 120 alunni (30 per ciascun istituto) che dialogheranno con le due autrici con la moderazione di Imma Pezzullo, vicepresidente dell’Istituto di Studi Atellani. Ad entrambi gli eventi sarà presente l’editore Sante Avagliano.


Sguardo a Oriente 

In Oriente tra memorie e reportage: i viaggi di Dacia Maraini. Reportage, ricordi, racconti di un continente affascinante ma contraddittorio. Una raccolta di memorie su Afghanistan, Cina, Corea, Giappone, India, Iran, Siria, Tibet, Turchia, Vietnam, Yemen… Sguardo a Oriente (collana La camera del fuoco, pp. 240, € 17,00) è una novità Marlin a cura di Michelangelo La Luna, ordinario di Lingue e letterature italiane negli Stati Uniti (The University of Rhode Island). Nel volume, ricco di ricordi e testi per la prima raccolti in modo organico, emerge il ritmo narrativo impresso dalla grande scrittrice, che ama viaggiare e raccontare le vicende di Paesi lontani. Tra i suoi compagni di viaggio, Maria Callas, Alberto Moravia e Pier Paolo Pasolini. In particolare, il continente asiatico è visto dagli occhi di chi è attento alle bellezze naturali ma soprattutto alla condizione umana e sociale della popolazione. In questo viaggio negli anni e nelle sensazioni, che si trasformano in scrittura, un’attenzione speciale è riservata a temi attuali come la coraggiosa protesta delle donne afghane contro le restrizioni imposte dal regime talebano.


Alfabeto Quotidiano

Frutto di una lunga amicizia, questo libro raccoglie il testo di un’ampia conversazione tra la scrittrice e Gioconda Marinelli sui più svariati argomenti, da quelli quotidiani alle passioni e alle battaglie di una vita, presentati in ordine alfabetico. Né mancano temi scottanti e attuali come l’inquinamento e la terribile pandemia. La Maraini si racconta senza remore e parla di sentimenti, valori, emozioni, piccole debolezze, certezze, abitudini ed esperienze. Dalla conversazione emergono gli interrogativi che appartengono alla nostra vita, sull’amore, la sofferenza, la violenza, la morte.. Le domande della Marinelli si susseguono incalzanti e le risposte e le considerazioni sono sicure, rapide, sempre sincere, mai elusive. Il libro si può leggere ad apertura di pagina, ricavandone insegnamenti e materia di riflessioni, facendoci conoscere i pensieri più reconditi e i moti dell’anima della grande scrittrice, partendo dal presupposto di “non avere niente nella propria vita di cui non si possa parlare pubblicamente”.

Il marlin, da cui la casa editrice prende il nome, è il pescespada che Hemingway amava pescare
al largo di Cuba e che gli ha ispirato lo splendido romanzo “Il vecchio e il mare”

Utilizziamo i cookies per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito.
Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies.

OK Vedi l'informativa