Iscriviti per ricevere la newsletter ed essere informato su tutte le novità di Marlin Editore

NEWSLETTER

Il portico


Collane > Il portico
Vai alle collane

Titolo Made in Sicily

Autore Vittorio Schiraldi

Collana Il portico

Dettagli 228 pp, 12,2 x 20

ISBN 978-88-6043-029-8

Made in Sicily

€ 13.50 € 10,80 *Promo Sconto 20% #EstateConUnLibroMarlin

L'autore del bestseller Baciamo le mani torna ancora una volta in Sicilia per raccontare il tramonto di un boss che stranamente somiglia al capo dei capi Bernardo Provenzano.

Descrizione

Al centro di Made in Sicily è un “padrino” che, nel chiuso della sua solitudine di uomo braccato, finisce per maturare la consapevolezza di un totale fallimento, inducendosi ad una scelta che segna l’inaspettata conclusione della sua parabola. Tutto comincia quando uno scrittore di gialli di origine siciliana, trasferito da tempo a Roma, scende a Palermo per trattare l’acquisto della lussuosa barca (un Boston Wyler) di un amico e, a causa di una serie di divertenti equivoci, viene scambiato per l’emissario dei poteri occulti che senza muoversi dalla capitale manovrano i fili delle azioni delittuose perpetrate nell'isola. Si trova così ad incrociare ghigni di picciotti e sorrisi di femmine vogliose, chiacchiere di politicanti e bisbigli di vecchie nobildonne. Un giorno a convocarlo nel suo rifugio segreto è addirittura il capo dei capi, che vuol conoscerlo e servirsi di lui per illudersi di poter vivere per una volta almeno come una persona normale, in grado di passeggiare tranquillamente per le strade, sedere a un tavolo di ristorante, recarsi ad assistere alla partita della squadra del cuore… Ed è proprio allo stadio di Palermo che l’autore scioglie con mano maestra, in maniera originale e allo stesso tempo sorprendente, i nodi della vicenda, offrendoci uno spaccato lucido e impressionante di quel che è la mafia oggi, con i suoi “pizzini” e le sue risorse tecnologiche. Una mafia dalle molte teste come l’Idra, a cui non basta tagliarne alcune per poter dire di averla annientata.
 
     
ISPIRATO AL CAPO DEI CAPI BERNARDO PROVENZANO
Baciamo le mani di Vittorio Schiraldi fu il primo romanzo che, con Il padrino di Mario Puzo, si provò a raccontare la mafia dall’interno, e non a caso divenne un clamoroso best seller. Ad oltre trent’anni di distanza l’autore torna in Sicilia per narrare il tramonto di un patriarca mafioso, ispirato alla figura del capo dei capi Bernardo Provenzano.
Con il suo stile agile e concreto Schiraldi rifà il verso al tradizionale linguaggio della mafia e alle sue ritualità attraverso la descrizione di personaggi e situazioni che, anche se appaiono irriverenti e paradossali, corrispondono ad atteggiamenti e scelte tipiche del pensare mafioso, ancorato ad una visione della vita che rasenta l’ignoranza e la follia.
Made in Sicily è un giallo amaro e al tempo stesso “divertente” che si legge con crescente interesse e, mentre fotografa la realtà criminale che fa da sfondo alla storia, non manca di rivolgere uno sguardo malinconico alla Palermo di un tempo, sconosciuta ai più.

Vittorio Schiraldi

Vive e lavora a Roma. Tra i principali scrittori italiani, ha pubblicato: Baciamo le mani (Mondadori, 1973), un best seller che gli dette notorietà fin dall’esordio, Sii bella, sii triste (Mondadori, 1974), Famiglie (Rizzoli, 1981), Siciliani si nasce (Rusconi, 1984), La mafia dagli occhi blu (Rusconi, 1985), Week end a Waterloo (Mondadori, 1989), Frammenti di stelle (Pironti, 1992), Una vita in prestito (Rusconi, 1995), Cattivi consigli (Rai-Eri, 1998), Per soldi o per amore (DeAgostini, 2014), Ospite indesiderato (DeAgostini, 2015), La razza superiore (DeAgostini, 2017) e, in edizione Marlin, Delitti a bordo campo (2005) e Made in Sicily (2007). Scrive per il teatro ma ha lavorato per il cinema come soggettista, sceneggiatore e regista, e per la TV come autore. Per anni ha condotto dai microfoni di Radio 1 Rai una serie di trasmissioni come opinionista e attento osservatore delle trasformazioni della realtà e del costume diventando una delle voci più familiari per i radioascoltatori. Sempre per Radio 1 Rai, attualmente conduce la domenica dopo la mezzanotte il programma “Ciò che resta del giorno”.

Immagine: Vittorio Schiraldi

Commenta libro

I tuoi dati
Scrivi un messaggio per il destinatario
* Indica il codice di verifica
Autorizzazione alla privacy
* I campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori
Letta l'informativa sulla Privacy ai sensi dell’articolo 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs 196/03),

al trattamento dei dati personali.

#marlineditore sui social
Il marlin, da cui la casa editrice prende il nome, รจ il pescespada che Hemingway amava pescare
al largo di Cuba e che gli ha ispirato lo splendido romanzo “Il vecchio e il mare”

Utilizziamo i cookies per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito.
Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies.

OK Vedi l'informativa