Iscriviti per ricevere la newsletter ed essere informato su tutte le novità di Marlin Editore

NEWSLETTER

Il portico


Collane > Il portico
Vai alle collane

Titolo Il teschio e la clessidra

Autore Marina Petacco

Collana Il portico

Dettagli 156 pp, 12,2 x 20

ISBN 88-6043-008-9

Il teschio e la clessidra

€ 12,00

Un aristocratico esperto d'arte, la sua bellissima assistente e un commissario di Polizia, nell'intrico di una vicenda sospesa tra passato e presente, in una Roma esoterica e misteriosa. Dopo Angeli e demoni, la risposta italiana a Dan Brown.

Descrizione

Dopo un prologo emozionante sul famoso alchimista Francesco Giuseppe Borri in fuga dalle gardie di Papa Alessandro VII per l'accusa di eresia (24 maggio 1656), il romanzo fa un rapido balzo in avanti, ai giorni nostri, dove un giovane commissario di polizia, Michele Carrini, è incaricato di far luce su un efferato delitto. La vittima è un nobile romano esperto d’arte, il conte Filippo Santacroce, dal passato doloroso e dall’esistenza anticonvenzionale. La sua collezione di nature morte con teschi, le vanitas, sarà al centro delle indagini che da Roma all’Inghilterra, attraverso una sorprendente scoperta, riporteranno i protagonisti, con uno straordinario viaggio nel tempo, a quell’epoca barocca, inizio lontanissimo e imprevedibile di tutta la storia. Di fronte a un commissario sempre più coinvolto in un’affaire che gli riserverà inaspettati risvolti sentimentali, scorre una serie di personaggi eccentrici e misteriosi, fra cui Christina Deuìscher, la bellissima assistente del conte, che lo porterà, attraverso un percorso alla scoperta di Roma, dell’alchimia e di se stesso, a un’amara e sconvolgente risoluzione del caso. Con ritmo incalzante, il romanzo si sviluppa lungo le linee classiche della narrativa di suspence. Lo stile scorrevole e incisivo, ispirato al cinema contemporaneo, contribuisce all’effetto dell’azione e dei colpi di scena, attraverso frasi brevi e un periodare accurato, lasciando adeguato spazio alla poesia di una città eternamente affascinante e magica.

I LUOGHI MAGICI DI ROMA
I luoghi intessuti di simboli alchemici ed esoterici a Roma sono numerosi. La capitale, millenario crocevia di culture e religioni diverse, è da sempre ritenuta al centro di un misterioso e antico flusso di energia. Sullo sfondo della vicenda narrata, il commissario Carrini viene sedotto dalla bellezza di una città che vede quotidianamente, ma che non conosce appieno. Come in Angeli e demoni di Dan Brown, l’itinerario tra i luoghi intrisi d’arte e mistero di Roma è inscindibile dallo spirito del romanzo e da quello dei protagonisti che lo animano. Con la differenza che, ne Il Teschio e la clessidra, i temi affrontati - come il legame tra arte e magia, il rapporto tra esoterismo e soprannaturale e il dilemma tra scienza e morale - sono approfonditi con una sensibilità e un’attenzione tutte italiane ai numerosi riferimenti storici e artistici. Dal Cimitero Acattolico alla Porta Magica di piazza Vittorio, dal bizzarro e affascinante quartiere Coppedè all’incantevole Orto Botanico a Trastevere, si snoda un percorso che offre al lettore un’occasione in più per amare e conoscere Roma.

Marina Petacco

Marina Petacco è nata a La Spezia e vive a Roma. Ha una formazione classica e una laurea in architettura. Ha lavorato prima a Napoli, poi a Roma presso il Censis e infine a Londra, dove ha vissuto per oltre un anno, abitando nelle vecchie mews (scuderie) ristrutturate in Cresswell Place, annesse alla casa dove Agatha Christie ha vissuto per tutta la durata della sua vita. Attualmente collabora alla stesura di una sceneggiatura cinematografica. Il teschio e la clessidra è il suo primo romanzo.

Immagine: Marina Petacco

Commenta libro

I tuoi dati
Scrivi un messaggio per il destinatario
* Indica il codice di verifica
Autorizzazione alla privacy
* I campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori
Letta l'informativa sulla Privacy ai sensi dell’articolo 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs 196/03),

al trattamento dei dati personali.

Il marlin, da cui la casa editrice prende il nome, รจ il pescespada che Hemingway amava pescare
al largo di Cuba e che gli ha ispirato lo splendido romanzo “Il vecchio e il mare”

Utilizziamo i cookies per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito.
Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies.

OK Vedi l'informativa