Iscriviti per ricevere la newsletter ed essere informato su tutte le novità di Marlin Editore

NEWSLETTER

A COLLOQUIO CON FRANCESCO CAMMISA

Di cosa parla il tuo libro Forse a Napoli ti salverai e perché questo titolo?
Potrebbe sembrare a prima vista l’ennesima rappresentazione del viale del tramonto di un grande artista ormai dimenticato, ma ad uno sguardo più attento spero che emerga il mio sforzo di affrontare il tema della finitudine in modo disincantato e divertito, rifuggendo dai consueti toni cupi. Non a caso il finale, cui fa riferimento il titolo, pur non essendo consolatorio, lascia intravedere una possibile resistenza al senso di resa che spesso informa la vecchiaia.

Cosa ti ha spinto a scriverlo e qual è il messaggio che vuoi lanciare a chi ti legge?
Il mio obiettivo era esprimere il rifiuto delle più banali manifestazioni della modernità culturale, lasciando intendere che sovente il passato è più rivoluzionario del presente. Ed è per questo che ho preferito far ricorso ad un linguaggio desueto. Mi pareva la scelta più adatta a descrivere un uomo sopravvissuto a se stesso e nauseato dall'attualità.

La figura di Fellini emerge con prepotenza dalle pagine del romanzo: perché questo richiamo al grande regista?
Una figura universalmente riconosciuta come geniale appare più credibile nei panni di censore implacabile del mondo d’oggi. Fellini si prestava magnificamente a rievocare il culto antiquato per la forma e a ritrarre con spirito satirico una contemporaneità desolante e squallida.

Molto bella e quasi misteriosa la Napoli che emerge dalle pagine del romanzo. Un amore ricambiato?
Credo che sia ricambiato, magari sottilmente, quasi in segreto, senza enfasi, con quel pudore che accompagna gli amori autentici.

Il marlin, da cui la casa editrice prende il nome, รจ il pescespada che Hemingway amava pescare
al largo di Cuba e che gli ha ispirato lo splendido romanzo “Il vecchio e il mare”

Utilizziamo i cookies per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito.
Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies.

OK Vedi l'informativa