Iscriviti per ricevere la newsletter ed essere informato su tutte le novità di Marlin Editore

NEWSLETTER

INCONTRIAMO MIRIAM BELLA, AUTRICE DI VOGLIA DI FRAGOLE

Di cosa parla il tuo libro Voglia di fragole?
Basandomi su reali esperienze, ho voluto narrare le vicissitudini di tante donne desiderose di avere un figlio che stenta ad arrivare: dagli esami invasivi cui ci si deve sottoporre ai consigli non richiesti di amici e parenti.

Cosa ti ha spinto a scriverlo?
L’ho scritto prima di tutto per me stessa, perché avevo bisogno di staccarmi da quello che mi faceva male: metterlo nero su bianco è stato un modo per soffrire di meno e vedere le cose da lontano, da un’altra prospettiva.

Perché hai utilizzato la parola “Manuale” nel sottotitolo?
Perché ho cercato di catalogare, in maniera ironica è sottinteso, le cose che avevo più timore di affrontare, dalle domande indiscrete al test post coitale. Le ho catalogate per esorcizzarle, prendendomene gioco, in quanto ritengo che l’ironia sia un’ottima alleata in tutte le battaglie della vita. O almeno a me è tornata sempre utile.

Qual è il messaggio che vuoi lanciare a chi ti legge?
Vorrei che chi leggesse il mio libro capisse che la sterilità di coppia è un problema molto più diffuso di quanto si creda. Circa due coppie su dieci incontrano difficoltà ad avere figli, perciò mi piacerebbe che quest’argomento non fosse più un tabù, qualcosa di cui vergognarsi. Solo in questo modo chi lo sta vivendo può cominciare a sentirsi meno solo e cominciare a combattere la sua battaglia.


Il marlin, da cui la casa editrice prende il nome, è il pescespada che Hemingway amava pescare
al largo di Cuba e che gli ha ispirato lo splendido romanzo “Il vecchio e il mare”

Utilizziamo i cookies per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito.
Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies.

OK Vedi l'informativa